Figlio… figlio… fermati innaffia essenza
attratto dal sole fuggii…
attratto dal vento cavalcai uragano…
attratto dai colori forgiai guerriero…
disteso sulle onde aspettai Luna…
sicuro di prendere le stelle…
nel sole del mattino sentii
voci dei padri…
nella culla del vento
madre dolcemente gridò…
figlio… questa è la tua terra…
questa è la tua linfa…
questa è “Luce” della tua essenza…
figlio ricompose ali…
volò per sfidare eventi

Tratto dal libro “La Sicilianità”